Business Plan. Descrizione della tua idea

Business Plan

Dopo aver raccolto tutte le info che ti servono, dovrai redigere un Business Plan. Questo dev’essere prima di tutto un documento utile alla tua attività. Molti pensano che sia un documento da produrre solo in caso avessi bisogno di finanziamenti. Sbagliato, con un Business Plan ti assicuro che è tutto più facile.

Quando presentai il Business Plan al Perth City Council per ottenere i permessi necessari all’avvio della mia attività, pensavo che fosse solo un adempimento burocratico. Ma già solo nella fase di redazione del documento ho cominciato a chiarire enormemente le idee. Ho notato che scrivendo avevo la mente più libera per pensare ad altro e per migliorare ogni aspetto del progetto. Poi dopo l’inaugurazione ho consultato il Business Plan almeno altre 3-4 volte, l’ho usato come promemoria e come guida da seguire. Nel rileggerlo mi ha ricordato tante idee che non avevo ancora implementato e di qualche strategia che non avevo ancora avviato.

Il primo punto del Business Plan è la descrizione della tua idea

 

Scriverlo nero su bianco, ti aiuterà a liberare la mente e a pensare ad altre applicazioni, migliorie e addirittura nuovi target e strategie di marketing! Immagina che il tuo cervello funzioni come un computer. Vista in quest’ottica capirai subito che siccome ha una certa quantità di RAM a disposizione, non potrà pensare a più di un tot di cose contemporaneamente. Quindi se scrivi tutte le cose che ti vengono in mente, proverai un immediato sollievo, è la tua RAM che si libera per pensare ad altro.

D’altra parte ti aiuterà anche ad essere onesto con te stesso. Potrai ragionare su ogni singola caratteristica e pensare alla sua fattibilità, alla sua importanza e all’effettivo valore aggiunto che conferisce al prodotto finale. Ciò potrebbe convincerti a rinunciare ad alcune caratteristiche per focalizzare le tue risorse a migliorarne altre. Questo difficilmente accade quando hai tutto in mente e non scritto davanti a te, perchè nel tuo mondo dei pensieri è sempre tutto perfetto, a differenza di com’è nella realtà.

Poi, avere chiare le caratteristiche della tua idea ti aiuta ad inserirne la descrizione in ogni singolo aspetto della tua comunicazione. Ad esempio: fai del rispetto dell’ambiente uno dei tuoi punti di forza? Puoi scegliere il verde come sfondo dell’homepage del tuo sito; Il tuo punto di forza è la tua grande esperienza tecnica nel settore? Aggiungi la sito web un glossario con termini tecnici conosciuti solo agli addetti ai lavori. Non servirà ad essere consultato, ma a calcare la mano sul fatto che tu ne sai tantissimo sull’argomento; Il design ed il bello sono i tuoi punti di forza? Arreda il tuo ufficio e cura la tua immagine con centinaia di rifiniture artistiche, rafforzerai la percezione del tuo punto di forza.

 

Potrei fare centinaia di esempi di scarsa comunicazione a causa della non chiarezza della propria idea

 

Ultimamente un’azienda mi ha chiesto una consulenza in merito. Ci siamo confrontati e mi hanno detto cose che non avevo capito dal loro sito. Caratteristiche a mio avviso fantastiche e che rendono il loro prodotto davvero di valore! Purtroppo però tutto questo non si vedeva.

E’ un peccato che non si veda. Talmente un peccato che a lungo andare potrebbe determinare la chiusura dell’azienda. Sì perchè non riuscirebbe ad acquisire clienti nuovi e potrebbe persino perdere quelli già acquisiti con tanta fatica.

Col Business Plan hai queste caratteristiche sempre sott’occhio. Diventano quasi parte della tua personalità e ciò ti permette di non fare questi errori di comunicazione (che sono tra i più comuni e gravi) e ti sprona a scervellarti per non rimanere immobile in una situazione in cui sai che il tuo potenziale non è stato raggiunto.

 

Dovresti rendere pubblica la descrizione della tua idea

 

In che senso?

Dovresti descrivere la tua idea ai tuoi interlocutori, che siano clienti, fornitori, amici o sconosciuti. In questo modo non solo trasmetti il valore della tua idea, ma anche la tua serietà ed il fatto di avere un percorso chiaro davanti a te. Inoltre, dal parlare della tua idea con gli altri, nascono spesso evoluzioni inaspettate: potresti imbatterti in suggerimenti utili, collaborazioni e persino finanziamenti!

Infatti, se sei in cerca di finanziamenti potresti usare questo primo breve paragrafo per colpire l’investitore con chiarezza, semplicità e serietà. Oltre che attraverso la descrizione tecnica e dettagliata della tua idea.

 

La parte finale della descrizione della tua idea deve contenenere anche input su Vision e Mission

 

Perchè dovrai dedicare in questo paragrafo una frase breve sia a Vision (Come immagini il futuro grazie ai servizi che offri? Qual è lo scopo dell’esistenza della tua attività? Esempio ) che a Mission (In che modo, attraverso quali azioni intendi arrivare a quel futuro immaginato nella Vision? Esempio

Prima di tutto completerai la descrizione della tua idea. Inutile dire che cosa fai e come lo fai sono importanti.

Poi, non dimenticherai mai di includere questi due aspetti nel corpo del Business Plan. Ciò perchè ogni tanto rileggerai il primo paragrafo e per rimanere coerente verrai naturalmente spinto a riprendere questi aspetti.

Infine, gli effetti di tale inclusione si ripercuoteranno a lungo termine sui tuoi dipendenti, partner e clienti. Capiranno molto meglio il perchè dell’esistenza del tuo business e della tua offerta così come sono:

  • Chi verrà a lavorare con te avrà più chances di proporre qualche nuova idea in linea con i principi del tuo business.
  • Attirerai solo partner che sposeranno il tuo pensiero e con cui potrai veramente lavorare in sinergia.
  • Attirerai con maggiore forza il tuo target specifico, che sceglierà te anche in base alla tua Vision e Mission. Ma fai attenzione, si aspetteranno di ritrovare nella tua offerta ciò che hai descritto, quindi non deluderli e rimani coerente.

Ok ora sai di cosa stiamo parlando. Passiamo alla pratica? Clicca qui per vedere un esempio pratico di descrizione di idea nel Business Plan.

Tu come descriveresti la tua idea? Seguiresti tecniche particolari o faresti tutto a mano libera? O non hai mai pensato di scrivere tutto nero su bianco? Scrivilo nei commenti qui o nel mio post su LinkedIn e ti risponderò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top